Pepe Bianco: Proprietà, Benefici, Utilizzi

Il Pepe Bianco viene rapportato generalmente al suo utilizzo in cucina. Ma da dove nasce? Questa spezia appartiene alla famiglia delle Piperacee, mentre i frutti ricavati vengono fatti successivamente essiccare per la produzione alimentare relativa al commercio. La pianta del Pepe Bianco, nativa dell’India del sud, viene coltivata in gran parte anche all’interno dei territori tropicali, mentre il frutto maturo si presenta all’interno di una bacca matura color rosso scuro, in diametro ridotto contenente un solo seme.

Il Pepe Bianco rappresenta una delle spezie maggiormente utilizzate all’interno della cucina europea, sotto un caratteristico aroma piccante, ottenuto dalla stessa pianta attraverso la quale si ricavano anche il pepe nero e il pepe verde.

Pepe Bianco: tutto quello che occorre sapere

Il Pepe Bianco viene raccolto per mezzo delle bacche di Piper Nigrum al momento della quasi completa maturazione delle stesse, portate alla macerazione in acqua nel periodo successivo, lasciando distaccare la pelle dalla buccia della bacca prima della loro essiccazione.

A livello di nutritivi 100 grammi di Pepe Bianco corrispondono a:  296 kcal, Proteine 10,4 g, Acqua 11,42 g, Ceneri 1,59 g, Carboidrati 68,6 g, Grassi 2,12 g, Fibra alimentare 26,2 g, Sodio 5 mg, Calcio 265 mg, Ferro 14,31 mg, Magnesio 90 mg, Fosforo 176 mg, Potassio 73 mg, Zinco 1,13 mg, Rame 0,91 mg, Manganese 4,3 mg, Selenio 3,1 mcg, Vitamina C (acido ascorbico) 21 mg, Vitamina B1 (tiamina) 0,022 mg, Vitamina B2 (riboflavina) 0,126 mg, Vitamina B3 (PP o niacina) 0,212 mg, Vitamina B6 (piridossina) 0,1 mg, Folati (alimentari e DFE) 10 mcg, Grassi saturi 0,626 g, Grassi monoinsaturi 0,789 g, Grassi polinsaturi 0,616 g, Fitosteroli 55 mg.

Il Pepe Bianco conserva un principio attivo denominato piperina, un alcaloide per la sua azione termogenica ed antiossidante, favorendo un equilibrio della pressione pressione sanguigna, un’azione termogenica, un controllo sui trigliceridi, sul colesterolo cattivo (HDL), promuovendo un’azione antibatterica ed antinfiammatoria, utile soprattutto in presenza di ulcere allo stomaco, la vitiligine, attivando un’azione antidolorifica oltre che antinfiammatoria.

Tra le altre azioni il Pepe Bianco si dimostra in grado di contrastare i gas intestinali, benefico anche in presenza di cataratta, per i capelli sotto applicazione esterna, ma controindicato in presenza dell’assunzione di terapie farmacologiche cardiache. La spezia si adatta a diverse ricette per la preparazione dei secondi, dei contorni, delle salse, ma anche dessert a base di frutta.

ATTENTIZIONE ALLE TRUFFE!

Avvisiamo tutti i nostri lettori di prestare molta attenzione ai siti ingannevoli che trovate online, molti di essi conducono a truffe! Solo nel qui avete la certezza di trovare il sito ufficiale del prodotto originale! Tutte le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota per primo!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password