Astragalo: proprietà benefiche, utilizzi e controindicazioni

L’astragalo, noto come Astragalus membranaceus, consiste in una pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae sotto un’origine tipicamente orientale, nota soprattutto in virtù delle sue proprietà immunostimolanti per l’organismo umano. Sotto questo punto di vista l’astragalo viene considerato uno dei rimedi naturali maggiormente efficaci nella cura del raffreddore e dell’influenza, ma anche patologie virali e infettive.

L’astragalo non risulta particolarmente conosciuto all’interno del territorio italiano, motivo per il quale una guida alla scoperta di tutte le sue proprietà potrebbe dimostrarsi alquanto utile contro diversi disturbi e patologie, andando ad ampliare le conoscenze a riguardo di piante e radici.

Astragalo: proprietà benefiche, utilizzi e controindicazioni

L’astragalo presenta numerose proprietà ed effetti benefici per la salute oltre al suo effetto immunostimolante contro i disturbi di natura influenzale. La pianta orientale possiede proprietà tonificanti a protezione del fegato, considerato come un rimedio magico nella cultura medica cinese, prezioso per contrastare malattie virali, combattere la stanchezza cronica, utile al recupero generale a seguito di un periodo di degenza.

In particolare, le radici di astragalo, risultano ricche di antiossidanti, utili per proteggere il fegato dalle tossine, svolgendo un’azione cardiotonica a regolazione della pressione arteriosa, contro le patologie tumorali. Dove trovare la pianta all’interno delle offerte presenti sul commercio?

L’astragalo potrà essere acquistato in farmacia ma anche in erboristeria, in forma liquida, oppure in compresse o pastiglie a seconda delle necessità e dei gusti personali. L’astragalo potrà inoltre essere abbinato anche ad altre erbe quali l’echinacea, il ginseng, e lo zenzero sotto consiglio del proprio terapeuta al fine di bilanciare i dosaggi.

L’astragalo non potrà essere assunto dai soggetti sotto trapianto di organi, sotto terapie farmacologiche e antibiotiche immunostimolanti e virali, in stato di gravidanza e allattamento. Le dosi consigliate di astragolo variano dai 250 ai 500 mg per 4 volte massime al giorno. L’estratto liquido secco potrà essere assunto nella posologia di 30 gocce contro il raffreddore e l’influenza durante l’arco di più ripetizioni all’interno della giornata.

ATTENTIZIONE ALLE TRUFFE!

Avvisiamo tutti i nostri lettori di prestare molta attenzione ai siti ingannevoli che trovate online, molti di essi conducono a truffe! Solo nel qui avete la certezza di trovare il sito ufficiale del prodotto originale! Tutte le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota per primo!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password