Funzionalità intestinale alterata: tutto ciò che occorre sapere

Funzionalità intestinale alterata tutto ciò che occorre sapere

Moltissime persone soffrono costantemente di alterazioni intestinali, causa di innumerevoli disturbi spiacevoli in grado di condizionare la quotidianità e i rapporti interpersonali, spesso in forma cronica oltre che sporadica. Le diverse alterazioni possono avere una fonte originaria psicologica come l’ansia, un periodo eccessivamente stressante, nervosismo, emozioni forti, oppure cause come abuso di farmaci, alimentazione sregolata e altre forme di patologie a livello dell’organismo.

Le alterazioni intestinali si dividono in due casistiche comprendendo dissenteria oppure stipsi, ma in entrambi gli eventi sarà opportuno cercare d intervenire al fine di riuscire a ripristinare una corretta funzionalità dei processi intestinali.

Funzionalità intestinale alterata: tutto ciò che occorre sapere

In presenza di dissenteria si avrà un’aumento della motilità dell’intestino causata da situazioni come colon irritabile, stress, coliti, alimentazione non idonea. Per contrastare i sintomi di una dissenteria sarà necessario intervenire sul proprio regime alimentare evitando i cibi ricchi di fibre, gli alimenti e le preparazioni pesanti ricche di peperoncino ad azione più lenta per la digestione.

A seguito della dissenteria, a totale scomparsa dei sintomi, le fibre potranno essere rintrodotte all’interno della propria dieta sotto un regime graduale, finalizzato soprattutto alla prevenzione del disturbo opposto della stipsi. La dissenteria è in grado di condizionare il normale svolgimento delle attività quotidiane, sotto la disponibilità di un bagno sempre libero, caratterizzandosi in feci dalla consistenza molle o acquosa. In seguito sarà fondamentale reintegrare anche i liquidi persi sotto una corretta idratazione dell’organismo.

In presenza di stipsi invece, con conseguente indurimento delle feci e impossibilità parziale o totale di evacuazione, si dovranno assumere quantitativi di fibre maggiori, ricorrendo a tisane naturali o farmaci in casi di estrema necessità. Si potranno consumare vegetali sia crudi che cotti, frutta cotta, alimenti ad alto contenuto di fibre integrali, evitando tutti i cibi invece astringenti, valutando con il proprio medico possibili soluzioni alternative in presenza di una stipsi cronica.

ATTENTIZIONE ALLE TRUFFE!

Avvisiamo tutti i nostri lettori di prestare molta attenzione ai siti ingannevoli che trovate online, molti di essi conducono a truffe! Solo nel qui avete la certezza di trovare il sito ufficiale del prodotto originale! Tutte le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico.

0 Comments

Leave a Comment

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota per primo!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password