Gotta: che cos’è e come si cura?

Gotta che cos'è e come si cura

La gotta è una patologia che comporta un elevato valore dell’acido urico nel sangue e che deve assere tenuto sotto controllo anche a tavola, onde evitare lo sfociare dei sintomi dolorosi evidenziati ad esempio dal vino o dagli alimenti irrorati con la bevanda.

L’acido urico, in concentrazioni elevate nel sangue, tende maggiormente a depositarsi a livello delle articolazioni in particolar modo riferite ai piedi, provocando una serie di dolori. La gotta può essere descritta tuttavia come una malattia del metabolismo causante disturbi come artrite infiammatoria particolarmente dolorosa. Tra i sintomi compaiono inoltre arrossamento cutaneo e gonfiore alle articolazioni.

L’acido urico presente in alte concentrazioni nel sangue potrà inoltre finire per depositarsi su tessuti e tendini, fino al livello renale. La patologia viene trattata con l’impiego di farmaci non steroidei, oltre che con la variazione della propria dieta alimentare. In passato la gotta era considerata come la “malattia dei re” o comunque delle persone più abbienti, proprio per via degli eccessi alimentari di cibi e alcool. Come prevenire e contrastare questa patologia?

Gotta: come prevenirla e contrastarla

Per prevenire la patologia della gotta si dovranno evitare tutti i potenziali eccessi a tavola, compresi quelli a riguardo delle bevande alcoliche. Per contrastare la concentrazione dell’acido urico invece sarà opportuna e fondamentale l’introduzione di dosi ottimali di acqua al fine di favorire l’eliminazione attraverso le urine.

Oltre all’acqua si dovranno drasticamente ridurre gli zuccheri in grado di alzare i valori dell’acido urico come il fruttosio, il sorbitolo e il xilitolo. La gotta viene tuttavia considerata anche come una malattia metabolica ereditaria, che dovrà comunque essere contrastata per lo più con la dieta alimentare.

Chi soffre di gotta dovrà rinunciare a determinati alimenti come: lievito, tutte le bevande alcoliche, miele, frutta secca, datteri, Acciughe, aringhe, sardine, crostacei, sgombri, salmone, animelle, fegato, cuore, rognone, cervello, oca, selvaggina, estratto di carne, brodo di carne. Gli alimenti che dovranno invece essere ridotti sono: legumi, asparagi, funghi, frutta in generale, carne,  pollame, salumi e insaccati, pesci.

ATTENTIZIONE ALLE TRUFFE!

Avvisiamo tutti i nostri lettori di prestare molta attenzione ai siti ingannevoli che trovate online, molti di essi conducono a truffe! Solo nel qui avete la certezza di trovare il sito ufficiale del prodotto originale! Tutte le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota per primo!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password