Ragadi Anali: Sintomi, Cause, Diagnosi e Trattamenti

Che cosa si intende per ragadi anali? Le ragadi vengono descritte come delle piccole ulcerazioni lineari in campo medico, del tutto simili a delle screpolature sulla pelle, in grado di intaccare le normali funzionalità delle mucose e del derma, dimostrandosi di conseguenza fastidiose e dolorose a seconda delle diverse collocazioni.

Nel caso delle ragadi anali il fastidio si dimostra spesso invalidante in corrispondenza della zona delicata di interesse, formandosi a seguito di una ferita o lesione modesta originata durante la defecazione. Attraverso questo nuovo articolo guidato ci occuperemo di approfondire tutti i sintomi legati alle ragadi anali, soffermandoci in particolar modo sulla diagnosi e sui trattamenti possibili i quali dovranno essere prescritti dal proprio medico curante a risoluzione del problema.

Ragadi Anali: tutto quello che occorre sapere

Le ragadi anali, come affermato all’interno delle righe precedenti, consistono in piccole lacerazioni provocate dalla defecazione, dimostrandosi più o meno fastidiose a seconda della gravità del disturbo. La contrazione dei muscoli anali e la successiva dilatazione in grado di favorire la defecazione può dare origine alla comparsa delle ragadi particolarmente fastidiose andando a bloccare il processo di cicatrizzazione della pelle.

Per questo motivo le ragadi anali si dimostrano spesso particolarmente dolorose in corrispondenza delle molteplici terminazioni nervose presenti nella zona dell’ano. Il disturbo delle ragadi anali si dimostra inoltre in grado di raggiungere uno stato cronico oppure recidivo del problema, invalidando la maggior parte delle azioni quotidiane in assenza di un adeguato trattamento.

Le fitte provocate dal dolore si verificano soprattutto al momento della defecazione, continuando a provocare stati di dolore e bruciore per il corso della giornata, rendendo difficoltose anche le norme di igiene in direzione delle ragadi anali. Tra le cause maggiori si trovano feci eccessivamente compatte, abuso di lassativi, dissenteria frequente.

A livello terapeutico si dovranno eliminare le bevande alcoliche e le spezie, assumendo una corretta terapia farmacologica e un’adeguata igiene quotidiana a base di prodotti specifici, ricorrendo all’intervento chirurgico nei casi più gravi.

ATTENTIZIONE ALLE TRUFFE!

Avvisiamo tutti i nostri lettori di prestare molta attenzione ai siti ingannevoli che trovate online, molti di essi conducono a truffe! Solo nel qui avete la certezza di trovare il sito ufficiale del prodotto originale! Tutte le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota per primo!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password